M. Montessori - Urbana

Domenica si sono concluse le cerimonie per il centenario della Grande Guerra. Ad Urbana la cerimonia è stata particolarmente sentita e commossa.

Giovedì 6 aprile  abbiamo avuto l’opportunità di realizzare un vero e proprio orto in classe. Con l’esperta della Coldiretti, la signora Cinzia, abbiamo piantato in alcuni vasi le piantine di basilico, menta, prezzemolo… e anche i fiori: le begonie.

Ecco le varie fasi:

1. Abbiamo attaccato i banchi realizzando 3 grandi tavoloni ricoperti con carta di giornale.

 

Martedì 21 marzo, 1° giorno di primavera, noi di classe 1^, assieme ai nostri amici di cl. 2^, siamo andati in gita alla fattoria didattica “3 Rondini” di Vigo di Legnago.

Il 24 febbraio 2017 è tornato M’illumino di Meno, tredicesima edizione, la più celebre campagna italiana di sensibilizzazione sul Risparmio Energetico e sulla razionalizzazione dei consumi. Il messaggio lanciato è stato quello di spegnere le luci e accendere l’energia della condivisione.

Tantissime sono le attività, le “cose”, le azioni… che si possono condividere. A scuola, dopo aver riflettuto tra di noi su quello che quotidianamente condividiamo… abbiamo pensato di svolgere queste attività:

Complimenti agli alunni e alle insegnanti della Classe IV della Scuola Primaria Montessori di Urbana che hanno vinto il Premio Brunacci per la storia Veneta del Comune di Monselice.

Venerdì 4 novembre 2016, noi ragazzi di IV e V siamo andati a Legnago (VR) in visita alla Caserma “Donato Briscese” in occasione della giornata chiamata “Caserme aperte”. Abbiamo colto al volo l’invito di un papà di un nostro compagno, Lorenzo di cl. 5^, che presta servizio proprio in questa caserma.

 

Eccoci qua, tutti pronti per iniziare un nuovo anno scolastico! Il 12 settembre puntuali ci siamo recati a scuola per rivedere con gioia i nostri compagni, insegnanti, collaboratori … Sembra tutto normale, no?  Invece abbiamo trovato una sorpresa, anche se da alcuni giorni la sorpresa ci era stata svelata… La nostra scuola non era ancora pronta ad accoglierci, in quanto i lavori di ristrutturazione, iniziati a giugno, non erano del tutto ultimati. Per cui siamo stati sistemati per 2 settimane nella sala polivalente di Urbana, dove ha sede la Biblioteca comunale. Ambiente bello, accogliente, ma un po’ ristretto rispetto alle nostre grandi aule a cui siamo abituati. Ma niente paura… ci siamo adattati senza problemi e, anzi… abbiamo approfittato di questi spazi per svolgere attività a classi aperte, a gruppi misti, momenti di lettura comune, canti collettivi e visione di un film “Piovono polpette”, visto che lì si trova anche l’Auditorium. 

Venerdì 11 marzo 2016, tutti noi alunni della scuola primaria “M. Montessori” di Urbana, ci siamo recati al Museo diocesano di Padova. Lo scopo della visita è stato quello di approfondire un argomento del nostro progetto di plesso “Alimenti-AMO-ci”. Infatti la mostra del Museo era così intitolata “A TAVOLA”. 

 

Sono ormai 12 anni che si festeggia la giornata “M’ILLUMINO DI MENO” per sensibilizzare i cittadini sui temi del risparmio energetico. Obiettivo dell’iniziativa è di creare il buio artificiale coinvolgendo l’intera comunità a compiere un gesto simbolico per far calare i consumi energetici giornalieri, spegnendo le luci e i dispositivi elettrici non indispensabili. In particolare quest’anno si è proposto l’uso della bicicletta o altre forme di mobilità sostenibile negli spostamenti casa-lavoro-scuola. Piccoli gesti simbolici che testimoniano però, come cambiando tutti noi piccoli dettagli del nostro stile di vita, si possono ottenere grandi vantaggi collettivi. Anche la nostra scuola, in collaborazione con l’Amministrazione comunale, aderisce da diversi anni a tale iniziativa con attività che coinvolgono tutte le 5 classi. 

Venerdì 19 febbraio 2016, alle h 10.30 ci siamo ritrovati tutti in palestra per ricordare la giornata di “M’ILLUMINO DI MENO”. Ci siamo disposti in due grandi semicerchi e le maestre ci hanno spiegato l’importanza della giornata.  

Per noi bambini il Natale è sicuramente la festa più attesa dell’anno, non solo per i regali che Babbo Natale e la Befana ci portano, ma anche per l’atmosfera di gioia, di festa e di condivisione che si respira a casa attorno agli antichi simboli del Natale: l’albero ed il presepe. Aspettiamo con entusiasmo le feste natalizie, non solo per riposarci dalle fatiche della scuola,  ma soprattutto perché sono un momento di ritrovo di tutta la famiglia. E’ molto bello ritrovarci con parenti ed amici attorno a un grande tavolo per parlare, raccontare e … gustare insieme i piatti tradizionali di questa festività.

Purtroppo i fatti di terrorismo che recentemente sono scoppiati in Europa ed altre parti del mondo, ci hanno fatto respirare un clima di “paura” ed incertezze…

Noi a scuola abbiamo riflettuto sui veri valori del Natale e abbiamo capito quanto sia bello e giusto vivere in pace. Attraverso il nostro semplice spettacolo natalizio abbiamo voluto far capire a tutti che è importante vincere l'egoismo, l'indifferenza e la superficialità, per riuscire a "guardare al di là del proprio naso", valorizzando ciò che è davvero importante: l'amore per la famiglia, l'attenzione per il prossimo, la condivisione, la capacità di sognare e sperare.

L’abbiamo fatto mettendo in evidenza  anche l’importanza di una corretta e sana alimentazione, ricca di verdure, obiettivo principale del progetto di plesso che stiamo sviluppando durante quest’ anno scolastico, chiamato “Alimenti-AMO-ci”.  

Ogni classe ha dato il suo contributo sviluppando un piccolo pezzo di un bel “puzzle”. Alla fine ne è uscito uno spettacolo coinvolgente ed entusiasmante… Gli applausi ce lo hanno confermato!!! 

L’Italia, fortunatamente da 70 anni, vive un periodo di pace, in cui ha conosciuto sviluppo economico e benessere. E’ diminuita la povertà, sono aumentati i diritti dei cittadini italiani. Tuttavia l’Italia ha partecipato alle due guerre mondiali, dove sono morti tantissimi giovani italiani. 

Per ricordarli il 4 novembre tutti noi alunni della Primaria e della Secondaria di I grado di Urbana siamo andati davanti al monumento ai caduti per portare le nostre riflessioni.

Il 3 novembre noi alunni di II e III della Scuola Primaria Montessori di Urbana siamo andati a Trento per conoscere un museo nuovo e moderno.

Prima di partire eravamo molto agitati perché ci aspettava un lungo viaggio 

Siamo partiti da Urbana nel Veneto e siamo arrivati a Trento in Trentino Alto Adige attraversando due regioni e diversi ambienti: la pianura, la città, la montagna.

PRONTI…  SI RICOMINCIA!!! – Accoglienza 16 settembre 2015

Come tutte le “cose” piacevoli, anche le vacanze estive sono passate velocemente ed ora sono solo un lontano ricordo…

Eccoci qui, pronti per iniziare un altro viaggio in classe 5^!

Il 16 settembre ci siamo ritrovati tutti, compagni vecchi e nuovi, insegnanti, collaboratori, genitori… in palestra per salutarci ed augurarci “Buon anno scolastico”.

Questa è una bella tradizione della nostra scuola: l’accoglienza interessa tutti gli alunni, non solo quelli di classe 1^.

Le insegnanti ci hanno fatto una bella sorpresa: hanno animato un racconto dal titolo “Una zuppa di sasso”. Ogni maestra impersonava un animale: il lupo, la gallina, il cane, il gatto, l’oca e il coniglio. Ora la raccontiamo velocemente.

Mercoledì 11 febbraio 2015, le classi terza, quarta e quinta della Scuola Primaria di Urbana si sono recate in gita a Venezia in occasione del Carnevale dei Ragazzi della Biennale.

Ecco come è apparsa la città ai nostri occhi, soprattutto a chi  non c’era mai stato …

Martedì 31 Marzo, noi bambini di classe prima e seconda, siamo andati al MUSEO ARCHEOLOGICO di Fratta Polesine, un piccolo paese in provincia di Rovigo, poco lontano dal fiume Po.

Vai all'inizio della pagina